Design – Material Design by Google and Lollipop Version

Da quando Google ha presentato la nuova versione del sistema operativo Android, Lollilop, si fa un gran parlare di questo Material Design. Io adoro i Nexus, ho un nexus 4 con vetro frantumato in riparazione, ed ho mia moglie con IOS 8 e la loro famosa interfaccia “flat”. Cosa dire di entrambe le interfacce? Sono diventate l’esatto opposto di ciò che erano? Secondo me, no. Entrambe unite alla UI di Windows Phone hanno nel tempo definito alcuni standard, che possono piacere o meno a seconda dei gusti. Questo famoso “appiattimento” è dovuto ad un voler rendere l’utente meno “impegnato” nell’utilizzo del device (che si tablet o smartphone poco importa). Con meno impegnato voglio dire che una persona dal momento in cui sblocca lo smartphone deve riuscire ad avere subito accesso a tutte le funzioni in maniera immediata e chiara. Per far questo, oltre all’organizzazione dei menù in maniera ordinata, c’è bisogno chiaramente di una interfaccia pulita ed anche di font “limpidi” e “semplici”. Windows Phone su questo è stato precursore, avendo da subito puntato all’utilizzo di un carattere molto lineare e pulito, il Segoe UI. Se si metteva a confronto la UI di un Nexus, la UI di un IPhone e la UI di un Nokia Lumia, l’impostazione grafica era a netto vantaggio dei Nokia. Non voglio porre le basi per una guerra, ma le differenze si notavano. La UI di un Nokia Lumia ha dato quel “non so che” di spunto ad altri produttori “Google and Apple” di rivedere il loro concetto grafico. Io utilizzo tutti e tre i sistemi operativi, e con tutta sincerità la pulizia che ho in un Lumia non la trovo nel Nexus 4 ed in IPhone. Se parliamo di icone, Android deve “strizzare” le palle ai produttori di App per far si che le Icone siano decenti e coerenti con la grafica. Ad oggi ancora non lo sono per nulla. Apple ha fatto scuola e Windows Phone si è adeguata. Non sono “quadrate ma con gli angoli smussati” ma sono quadrate direttamente. Sicuramente e deicsamente più ordinate di Android. Dove Android pecca è proprio nella sua interfaccia. Ma non Google stessa, i produttori di App. Vedi App, eccetto le più famose eccetto Whatsapp che ha una grafica scandalosa, allucinanti e senza senso con una grafica, manca poco, riferita a Gingerbread. Direi che non è accettabile. Apple ha una grafica piuttosto coerente perché valuta le App una ad una, ed in questo modo da una “strizzata” di palle ai produttori. Chi non rispecchia i canoni Apple è fuori. Google dovrebbe fare lo stesso perché ne va dell’immagine di tutto il sistema operativo. Windows Phone ha scelto una politica da subito più ordinata e forse anche più chiusa rispetto ad Android, ma per quanto riguarda la coerenza grafica sono riusciti a rimanere in determinati parametri. Questo “minimalismo” è necessario affinché qualunque tipo di utenza (tecnofan-nonni-mamme-utenti anti tecnologia spinti) riescano ad utilizzare lo smartphone sin dal suo primo utilizzo. Guardando oggi i tre sistemi operativi, tutti sono sulla buona strada. Il material design, visto che Android a circa 80% del mercato smartphone, se adottato da tutti potrebbe dare veramente una svolta positiva e far avvicinare anche chi prova ribrezzo verso questi “oggetti”. Come diceva nel video Jony Ive, rendere qualcosa semplice è molto complesso. Le scelte potrebbero essere due: ripenso totalmente l’interfaccia oppure rendo semplice quella esistente. Nel primo caso credo che non sia una operazione così semplice, anche perché le funzioni e le App son quelle e quindi creare una nuova interfaccia credo porterebbe via anni di lavoro; nel secondo devi creare un “ponte” a chi già conosce l’interfaccia e si sa muovere e potrebbe rimanere “spaesato” dal cambio. E qui si spiega anche il motivo del perché Apple, Samsung, LG, Htc non rinnovino così pesantemente le loro UI ogni anno: gli utenti si potrebbero perdere. Oggi, finalmente, questo rendere lineari tutte le principali schermate ed avere una organizzazione sempre più chiara ed eliminando il superfluo (le app di terzi sono a parte) aiuta e tanto gli utenti meno “tecnofan” a non perdersi in mille menù e sotto menù e rendono felici proprio i tecnofan più incalliti perché si rendono conto che un device diventa sempre più unico e sempre più curato. La coerenza grafica, unita ad un prodotto curato fa si che l’acquisto sia favorito. I vari produttori oggi dovrebbero curare sempre più la parte grafica, perché è l’interfaccia che l’utente vede ogni santo giorno. Il processore potente, la ram enorme non li vede e non li vedrà mai nessuno. Io non giro con la lista delle caratteristiche del mio device nelle mani, ma sblocco il telefono e voglio una interfaccia curata, bella da guardare ed in ordine. Tutti stanno lavorando bene, e Lollipop per Android è stato un tocco di classe. Noto anche che, in tema design, i wallpaper precaricati non sono messi a caso. Notate bene questa cosa, hanno sempre quel qualcosa che gli unisce a tutto il resto. Fateci caso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...