CES 2013

Sembra che il CES di Las Vegas sia terminato. Una delle più importanti manifestazioni dell’elettronica dove credo che ‘impazzirei’ dalla gioia. Io credo sinceramente che le grandi multinazionali che producono, sviluppano e ricercano per poi immettere gadget tecnologici sul mercato in fin dei conti aumentano qualcosa di veramente particolare in me e penso anche in noi: la conoscenza. Oggi chi segue questo settore, grazie all’evoluzione che hanno avuto i telefoni cellulari, smartphone per noi tutti, parlano di processori, schermi, densità di pixel, memorie flash, processi produttivi, materiali, distribuzione come se veramente noi tutti fossimo dentro il sistema. È qualcosa di magico. Questa passione per la tecnologia ha fatto in modo da conoscere molti aspetti del dietro le quinte che sono sotto certi aspetti molto affascinanti. La prima cosa che ho scritto sono i processori. Oggi più che mai fondamentali affinché qualunque gadget sia veloce e senza lag di sorta. Oggi il processore più famoso, il Qualcomm Snapdragon S4 è sulla bocca di ogni produttore. Effettivamente ho avuto modo di provare qualche prodotto equipaggiato con questo processore e la potenza si vede…una fluidità pazzesca. Ma il punto è che oggi i processori hanno una importanza quasi strategica all’interno degli smartphone. Anche nei notebook e nei PC desktop hanno un’importanza strategica ma bene o male in un computer fisso o portatile che sia la velocità è quasi sempre decente. Salvo aprire software complessi per lavori complessi. Mentre invece all’interno degli smartphone, avendo un grande schermo da gestire oltre che a tutto il resto ma in uno spazio ridottissimo oggi si riesce ad inserire anche 2 giga di ram, 64 giga di memoria flash, e tutto ciò che rende uno smartphone meraviglioso. Per poi non parlare dei materiali costruttivi che nei top di gamma migliorano sempre di più. Se io penso ad un nokia, ad un iphone del 2007 ed a dove siamo oggi sono stati fatti dei passi tecnologici enormi. Anche sui processori le aziende hanno fatto un lavoro di ricerca e sviluppo incredibile per arrivare dove sono oggi. Non credo che sia stata una barzelletta. Tutto questo grazie anche ai produttori ma ricerca, sviluppo e progettazione hanno portato a questo successo. Penso davvero che oggi, io e voi, stiamo vivendo un grande momento tecnologico. Come dicevo in un altro post ormai credo che si è arrivati al limite negli smartphone come anche nei TV o nei PC. Enormi innovazioni credo che da qui a 2 anni saranno poche. Potranno cambiare le risoluzioni, le dimensioni e quindi schermo fino ai bordi e quindi maggiori pollici ma prodotti più contenuti nelle dimensioni…ma per il resto, come gli spessori o le funzioni, siamo al limite. Oggi si può fare tutto anche con un solo prodotto. Un esempio tutto da provare : Huawei Ascend Mate con schermo da 6,1 pollici…un phablet che io chiamo anche telefono-pc-tablet…bisogna pensare a cosa non puoi fare con un prodotto simile…un film? Lo puoi vedere. Un file excel? Lo puoi gestire. Telefono è OK. Mail, anche. Giochi? Perfetti. Si vedrà nei test ma a prima vista è davvero un minicomputer come anche il galaxy note 2…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...